Gavi DOCG

LA DENOMINAZIONE

La denominazione del Gavi Docg comprende in tutto o in parte il terriotri di 11 comuni della Provincia di Alessandria.
11 Comuni di Bosio, Capriata d'Orba, Carrosio, Francavilla Bisio, Gavi, Novi Ligure, Parodi Ligure, Pasturana, San Cristoforo, Serravalle Scrivia, Tassarolo.


BASE AMPELOGRAFICA DEI VIGNETI

Il Gavi docg è prodotto tradizionalmente da uve cortese 100 %, coltivate all’interno di una precisa area geografica, prevalentemente collinare, della fascia meridionale della provincia di Alessandria.


FORME DI ALLEVAMENTO, I SESTI D’IMPIANTO E I SISTEMI DI POTATURA

Sistema di allevamento a Guyot, caratteristico della viticoltura di qualità, con sesti d’impianto medi che vanno dai 2,40 ai 2,60 metri tra le file, e i 0,90 a 1,20 metri tra le viti, con investimenti di viti medi per ettaro da 3.300 a 5.000, e tali da perseguire la migliore e razionale disposizione sulla superficie delle viti, sia per agevolare l’esecuzione delle operazioni colturali, sia per consentire la razionale gestione della chioma, permettendo di ottenere una adeguata superficie fogliare ben esposta e di contenere le rese di produzione di vino entro i limiti fissati dal disciplinare (66,50 hl/ha per la tipologia di base e 45,50 hl/ha per le tipologie Riserva).


CLIMA

Il microclima dell’areale di produzione, caratterizzato da precipitazioni abbondanti da ottobre a aprile (619 mm.) , da estati calde e siccitose (piovosità minima a luglio 38 mm.) temperate dall’influsso dei venti provenienti dal mare e la temperatura mite e ottima insolazione del mese di settembre, consente alle uve di maturare completamente contribuendo in maniera significativa alle particolari caratteristiche organolettiche del vino "Gavi docg". L’elevata escursione termica tra notte e giorno che caratterizza l’ultima fase della maturazione delle uve favorisce l’esaltazione dei profumi che caratterizzano il tipico bouquet del Gavi docg.


QUALITÀ E CARATTERISTICHE DEL GAVI DOCG

La DOCG “Gavi” o “Cortese di Gavi” è riferita a 5 tipologie di vino bianco Fermo, Frizzante, Spumante Riserva e il Riserva Spumante metodo classico) che dal punto di vista analitico ed organolettico presentano caratteristiche molto evidenti e peculiari.
Sinteticamente le caratteristiche del Gavi docg sono le seguenti: colore paglierino più o meno tenue con riflessi verdognoli, profumo elegante e delicato, con sentori di frutta fresca e fiori bianchi, con note di agrume e mandorle amare, che si arricchisce con l’invecchiamento di profumi minerali e complessità; il sapore è asciutto, pieno, gradevolmente fresco e armonico, di grande eleganza e finezza.
Quanto alle tipologie del Riserva, non sono più soltanto i profumi del frutto, ma anche ampiezza di naso e bocca più piena e ricca; un vino bianco longevo, che conserva la sua freschezza ma è nobilitato da aromi terziari che gli consentono di reggere il confronto con i grandi del mondo.