Flavescenza dorata

PROGETTO
“FLAVESCENZA DORATA”

Dal 2012 Il Consorzio Tutela del Gavi è coordinatore del Progetto Flavescenza Dorata che coinvolge produttori (viticoltori ed hobbisti, vigneti biologici ed in conduzione tradizionale), le istituzioni locali, le OOPPAA, la Provincia di Alessandria e la Regione Piemonte.
 
I vigneti coinvolti sono progressivamente aumentali per un totale di 1.200 trappole posizionate per il monitoraggio dell’insetto vettore della Flavescenza dorata (Scafoideus titanus) e 7.800 piante monitorate per l’indagine regionale, di cui 35 vigneti, 840 trappole e 5.250 piante direttamente da parte del Consorzio Tutela del Gavi.
 
Il progetto prevede, nel mese di Giugno, il monitoraggio dei vigneti per identificare la presenza delle forme giovanili dell’insetto vettore, il successivo posizionamento della trappole cromotattiche fino a fine ottobre, da sostituire con una cadenza quindicinale per monitorare la presenza degli adulti.
 
La lettura delle forme giovanili è indispensabile per conoscere la fase di sviluppo dell’insetto vettore e necessaria per impostare la difesa in particolare per quella in agricoltura biologica, mentre grazie alla lettura delle trappole cromotattiche da parte dei tecnici congiuntamente ai viticoltori aderenti all’iniziativa, vengono stabiliti di volta in volta i momenti più opportuni per il trattamento obbligatorio con gli insetticidi convenzionali, avvisando tutte le Aziende del territorio su tempi e modi di intervento, con attenzione anche agli operatori del settore miele.
Inoltre sono verificati alcuni incolti, come possibili fonti di inoculo della patologia.
 
In pieno Agosto il Consorzio Organizza il “Flavescenza day” dedicato agli operatori viticoli: una lunga visita in un vigneto del Gavi, per il riconoscimento di piante affette da Flavescenza dorata e/o da mal dell’esca, in modo da poter comparare i sintomi e le varie manifestazioni delle due patologie.
 
Ai numerosi viticoltori è spiegato come distinguere i diversi sintomi e stadi delle due malattie e, soprattutto, come individuare e gestire le piante malate e mettere in atto le tecniche di buona pratica viticola necessarie: l’eliminazione delle piante malate e l’importanza di mettere in campo le trappole cromotattiche per il rilevamento dell’insetto vettore della Flavescenza dorata, soprattutto in un’ottica di gestione puntuale e razionale dei trattamenti insetticidi che ogni azienda è obbligata a fare.
 
Il Consorzio provvede alla sensibilizzazione del territorio e all’informazione, con l’organizzazione di un dibattito pubblico ad Aprile per presentare al territorio i progressi del progetto; inoltre nel corso della stagione viticola, si realizzano comunicazioni tecniche periodiche e si affiggono manifesti/volantini in luoghi pubblici, recanti informazioni sulle strategie, i tempi e le modalità di lotta.

  • DSC_0103.jpg
  • DSC_0105.jpg
  • DSC_0111.jpg
  • DSC_0146.jpg
  • DSC_0152.jpg
  • DSC_0156.jpg
  • DSC_0157.jpg
  • DSC_0163.jpg
  • DSC_0168.jpg
  • DSC_0171.jpg
  • DSC_0178.jpg
  • DSC_0182.jpg
  • DSC_0212.jpg
  • DSC_0273.jpg
  • DSC_0277.jpg
  • IMG_0781.jpg
  • IMG_0789.jpg
  • IMG_1423.jpg
  • IMG_1424.jpg
  • IMG_2104.jpg