Rapporto nazionale Wine Food And Arts

In occasione della prima edizione di Gavi for Arts Il Consorzio Tutela del Gavi e il CeSTIT Centro Studi per il Turismo dell’Università di Bergamo hanno presentato il primo Rapporto Nazionale Wine Food and Arts. Dall’osservazione di 219 progetti: 96 Aziende vinicole Wine, 5 Consorzi vinicoli Wine, 43 Aziende alimentari non vinicole, 5 Consorzi alimentari non vinicoli, 70 altre realtà oltre che 48 Musei del Cibo e del Vino pubblici e istituzionali è emerso che investire in Arte paga.
Per esempio che le aziende vitivinicole che investono in un nuovo packaging o in etichetta d’autore percepiscono un aumento del prodotto venduto (fino al 40% in più) e una maggiore visibilità aziendale (fino al 60%) che raggiunge il 92% se si investe in Produzioni culturali/Arti performative ed eventi multidisciplinari; chi si è impegnato nel restauro e nella valorizzazione di beni culturali raggiunge fino al 100% in più di visibilità aziendale e di relazioni con la comunità locale.
Questi sono solo alcuni dei numeri di questa mappatura, mai realizzata prima in Italia che sottolinea come associare l’arte e la cultura al prodotto agroalimentare e vinicolo sia un investimento di successo.

Edizione 2016



CONSORZIO
TUTELA DEL GAVI | Corte Zerbo 27 | 15066 GAVI | AL | ITALY | +39 0143 645068 | +39 0143 1975184 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | p.iva 01818790063 |