News

 

La bottiglia istituzionale Ventanni è disponibile presso gli uffici del Consorzio. Il ricavato andrà interamente agli sfollati del Ponte Morandi.

 

Il Consorzio Tutela del Gavi prosegue nell’iniziativa “Gavi per Genova” presentata ad ottobre a favore degli Sfollati del Ponte Morandi: la raccolta fondi  che ha come protagonista la Bottiglia Istituzionale del Consorzio continua fino a Natale presso gli uffici del Consorzio Tutela del Gavi, in Corte Zerbo, 27 a Gavi (AL). Realizzata per celebrare i 20 anni di DOCG Gavi con un’etichetta dell’artista Serena Viola,

la bottiglia Istituzionale, che è solitamente riservata agli eventi promozionali del Consorzio, sarà eccezionalmente disponibile al pubblico a fronte di un’offerta minima di 20 euro. L’intero ricavato sarà destinato al Comitato degli Sfollati del Ponte Morandi per l’acquisto di beni di prima necessità.

Una bottiglia “da collezione” che diventa un regalo di Natale per se stessi o per gli amici, doppiamente speciale perché prodotta in numero limitato e solidale.

Fino al 30 dicembre prosegue anche l’iniziativa dei produttori della Denominazione che doneranno 1 euro per ogni bottiglia di Gavi venduta. Le bottiglie sono contrassegnate dal Collarino che segnala l’iniziativa.

Per informazioni e offerte: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel. 0143 645068 oppure direttamente presso Corte Zerbo, 27 a Gavi, dal lunedì al venerdì, orario 10-13 14-18

 

 


 

 

 

Preview Vendemmia a Torino: un brindisi nel segno di Cavour

 

All’interprete del grande statista piemontese il compito di guidare

l’anteprima della seconda edizione della manifestazione

 

 

 

Torino, 18 ottobre 2018 - È stato Camillo Benso Conte di Cavour l’ospite d’onore dell’anteprima della seconda edizione di Vendemmia a Torino - Grapes in Town, che si è tenuta questa mattina al Museo Nazionale del Risorgimento.

 

Un prologo d’eccezione che anticipa la ricca kermesse di eventi che si terranno in città il 19, 20 e 21 ottobre: la manifestazione è pensata per rafforzare il legame tra la città e i vini piemontesi, offrendo ai tanti appassionati la possibilità di approfondire la conoscenza delle grandi produzioni enologiche del Piemonte. Coerentemente con lo spirito dell’evento, nel corso della preview sono stati infatti ricordati i profondi legami tra Cavour e il vino, sia nella veste di viticoltore di Barolo a Grinzane, sia in quelle di ministro dell’Agricoltura. Cavour - impersonato da Franco Urban, attore e interprete ufficiale dello statista piemontese - ha così guidato gli ospiti tra il cortile di Palazzo Carignano e le sale del Museo del Risorgimento, per un inedito tour tra storia ed enologia, concluso con un brindisi con i vini dei consorzi di Piemonte Land of Perfection.

 

Questa anteprima evidenzia ancora una volta quanto il patrimonio vitivinicolo e quello storico-culturale del nostro territorio siano strettamente legati e costituiscano un’importante valore aggiunto per una molteplicità di settori, dall’agricoltura al turismo - sottolinea Antonella Parigi, assessore alla Cultura e al Turismo della Regione Piemonte - Un insieme di opportunità inedite di scoperta e di valorizzazione delle nostre eccellenze che caratterizzeranno le tre giornate dell’evento”.

 

Un auspicio, invece, quello che Filippo Mobrici, Presidente di Piemonte Land, ha rivolto alla stampa: “Da voi passa l’informazione all’utente finale, che deve essere consapevole non soltanto della qualità enologica che contraddistingue i vini piemontesi, ma anche della storia e dei territori che esistono alle spalle di ogni bottiglia. I nostri vini sono il risultato di un percorso lungo e complesso, che non può prescindere dal ruolo che Torino ha storicamente avuto e che durante Vendemmia Torino ci sforzeremo di raccontare”.

 

La manifestazione, promossa dall’assessorato alla cultura e al turismo della Regione Piemonte e realizzata con il patrocinio della Città di Torino e in collaborazione con Piemonte Land of Perfection, per la sua seconda edizione torna ad offrire a esperti, curiosi e turisti un ricco calendario articolato su tre percorsi: degustazioni, per scoprire attraverso incontri e masterclass i migliori vini piemontesi; eventi, con conferenze, performance e letture; e storico-culturale, con visite guidate ad hoc a musei e palazzi del centro storico. Da quest’anno è presente anche un programma Exclusive e un calendario di eventi OFF e di feste in città.

 

 

 

Il programma completo dell’evento è disponibile al sito: www.vendemmiatorino.it

 

 

IL GAVI PER GENOVA
L’iniziativa del Consorzio Tutela del Gavi a favore degli sfollati del Ponte Morandi prosegue durante i Rolli Days

13/14 ottobre 2018

Visita gratuita di Palazzo Lomellino
ai tesserati AIS a fronte della offerta per la Bottiglia istituzionale del Consorzio Tutela del Gavi

offerta minima 20 €

In occasione dei Rolli Days il 13 e 14 ottobre, il Consorzio Tutela del Gavi torna a Genova, proponendo l’iniziativa GAVI PER GENOVA, presentata giovedì 4 ottobre proprio nella città recentemente ferita dal crollo del Ponte Morandi.

Tutti i visitatori di Palazzo Nicolosio Lomellino avranno l’opportunità di collaborare alla raccolta fondi lanciata dal Consorzio Tutela del Gavi a favore degli sfollati: con un’offerta minima di 20 euro, riceveranno la bottiglia Istituzionale del Consorzio Tutela del Gavi, dedicata ai 20 anni di Docg, di cui quest’anno ricorre l’anniversario. La Bottiglia Istituzionale non è in commercio e rappresenta il vino più rappresentativo dell’annata, selezionato ogni anno alla cieca tra i campioni di Gavi docg delle aziende associate.

Per tutti i soci AIS che mostreranno la loro tessera la visita del Palazzo sarà gratuita a fronte dell’offerta minima di 20 euro per la bottiglia istituzionale.

Con “Gavi per Genova” il Consorzio ribadisce la propria amicizia e solidarietà a “Zena”, nel segno del legame storico e culturale che unisce la denominazione del Gavi DOCG ai territori genovesi.

Il Gavi e Genova infatti sono ‘terre sorelle’. L’areale di Gavi storicamente è l’entroterra di Genova. I Doria, gli Spinola, gli Adorno, i Malaspina, i Grimaldi, i Lomellini, nobili famiglie genovesi votate ai commerci oltremare si insediarono nell’Oltregiogo per la ricchezza e la fertilità della terra e trapiantarono nel Basso Piemonte quella ‘genovesità’ che ancora oggi si riscontra ovunque: nella disposizione a carruggi dei borghi, nell’appellativo Ligure associato a diversi comuni, nel dialetto parlato, ma soprattutto nella cucina tipica, a base di verdure e pesce che spiega la presenza in Piemonte, terra di rossi, di un grande Bianco GAVI DOCG.

 

I Produttori del Gavi devolveranno inoltre un euro per ciascuna bottiglia di vino contrassegnata dal collarino “GAVI PER GENOVA”, venduta fino al 30 dicembre.

 

 

 

Attachments:
Download this file (CS ROLLIDAYS.doc)CS ROLLIDAYS.doc

Pagina 1 di 11


CONSORZIO
TUTELA DEL GAVI | Corte Zerbo 27 | 15066 GAVI | AL | ITALY | +39 0143 645068 | +39 0143 1975184 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | p.iva 01818790063 |